Tipico del Trentino alto Adige, lo strüdel, o apfelstrudel, è un dolce che racchiude in sè segreti, sapori, profumi della vera tradizione trentina.

Il nostro chef Paolo, con o senza glutine, è solito prepararlo per tutti i nostri ospiti, perchè ama farvi conoscere le nostre tradizioni, i nostri sapori a km 0 e tutte le ricette della val di Sole!

La ricetta dello strüdel fu introdotta in Italia dai Turchi, che nel XVII secolo dominavano l'Ungheria, e deriva da un altro dolce, il baklava, che somiglia molto al nostro Strudel.

Ma in Trentino alto Adige, questo dolce ha trovato grande successo iperchè il suo ingrediente principale è la mela, e come ben sappiamo, il nostro territorio, è il regno delle mele!

Tempo di preparazione: 40 minuti
Tempo di riposo: 60 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti

Per l'impasto:

  • Farina 00 250 gr
  • Acqua 80 ml
  • Olio di semi (1 cucchiaio) 25 gr
  • 1 uovo
  • Sale 1 pizzico

Per il ripieno:

  • Mele Golden O Renette 750 gr
  • Zucchero 60 gr
  • Pangrattato 80 gr
  • Burro 50 gr
  • Uvetta 50 gr
  • Pinoli 50 gr
  • Cannella in polvere 1 cucchiaio
  • Rum 2 cucchiai
  • Scorza di limone e succo

Per spolverizzare:

  • Zucchero a velo q.b.


Procedimento:

Unite in una terrina la farina ed un pizzico di sale, aggiungete l'olio di semi, l'uovo e l'acqua.
Iniziate a lavorare gli ingredienti con una forchetta, partendo dal centro e raccogliendo man mano la farina. Quando l'impasto apparirà lavorabile, trasferitelo su una spianatoia e lavorate a mano, fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Una volta che l'impasto è pronto, trasferitelo in una terrina unta, bagnatelo bene anche in superficie con altro olio di semi e copritelo con della pellicola per alimenti, lasciando riposare la pasta per un'oretta.
Nel frattempo prepariamo il ripieno, mettendo in ammollo l'uvetta nel Rum per farla rinvenire per una mezz'oretta. Intanto sbucciamo le mele, tagliandole a spicchi ed ancora a fettine sottili (per questa operazione potete aiutarvi con una mandolina).
Riunite le mele tagliate in un terrina, poi cospargetele con il succo del limone per non farle annerire, aggiungendo anche la scorza grattuggiata.
Infine, amalgamate con lo zucchero e la cannella.
Poi unite i pinoli e l'uvetta scolata dal rum e mescolate bene.
Ora tostate il pangrattato che vi servirà per far assorbire il succo delle mele ed evitare che la pasta si ammorbidisca.
Quindi fate fondere il burro, aggiungete il pangrattato e mescolate per farlo tostare, fino ad ottenere un composto bricioloso, profumato e non troppo scuro. Unite il pangrattato al ripieno e mescolate.
Riprendete la pasta lavorata inizialmente, scolandola dall'olio in eccesso e stendetela in una sfoglia sottile di circa 50x40 cm.
Potrete stendere la pasta su un foglio di carta forno per facilitarvi (sarà d'aiuto anche per avvolgere lo strudel). Se la pasta è molto elastica vedrete che si stende facilmente tirandola e allargandola, anche senza usare il mattarello. Distribuite poi sulla pasta il ripieno, lasciando 1 cm dal bordo libero. Avvolgete la pasta su se stessa per formare lo strudel, nel ripiegare la sfoglia potrete aiutarvi con il foglio di carta forno.
Dopo aver chiuso completamente lo strudel verificate di aver chiuso bene anche i bordi, portando le eccedenze di pasta sopra allo strudel. Poi girate lo strudel, sempre aiutandovi con la carta forno, portando la chiusura e i bordi sotto il rotolo.
Trasferite lo strudel (con tutta la carta forno) su una leccarda, incidete lo strudel in superficie con dei tagli obliqui, per evitare che la pasta si gonfi in cottura e cospargete con lo zucchero di canna. Infornate lo strudel di mele in forno statico preriscaldato a 180° per 40 minuti, poi sfornatelo e lasciatelo raffreddare completamente.

Il vostro strudel di mele è pronto, servitelo a fette con una spolverizzata di zucchero a velo.